Dott. Lorenzo Peli Dermatologo Brescia (Erbusco)

PEELING CHIMICI



Il peeling chimico si effettua applicando sulla pelle del paziente opportunamente preparata un acido (o una miscela di acidi) che vengono poi lasciati agire per alcuni minuti. Una volta ottenuto l'effetto desiderato, l'acido viene rapidamente inattivato con una soluzione tampone basica. Segue l'applicazione di una emulsione lenitiva, con delicato massaggio.
Gli acidi pi¨ impiegati sono gli alfa e beta idrossiacidi, i cosiddetti acidi di frutta (perchŔ estratti dalla mela, dalla canna da zucchero etc) come ad esempio l'acido glicolico, l'acido malico, l'acido kojico, l'acido fitico etc.
L'effetto di questi peelings Ŕ quello d'indurre il distacco delle cellule morte superficiali della pelle e, al contempo, di stimolare la replicazione di cellule nuove con un effetto di "ringiovanimento cutaneo". La pelle appare piu' liscia, luminosa e levigata.
A cosa serve il peeling
I peelings possono essere superficiali o profondi, servono a migliorare l'aspetto estetico della pelle togliendo la patina opaca del tempo, riducendo le diversitÓ di colore (macchie e discromie), spianando le microrughe superficiali.
Sono utili anche per attenuare i segni lasciati dall'acne, o per trattare alcune forme di acne ancora attiva (come l'acne comedonica) e liberare gli sbocchi follicolari favorendo l'eliminazione dei comedoni (punti neri). Servono anche a migliorare la trama cutanea, riducendo l'inestetismo causato dai pori dilatati.
il peeling chimico e' molto utile anche per ridurre i danni da fotoesposizione (causati da eccessiva esposizione al sole o alle lampade) e si effettua in questi casi sulle zone maggiormente fotoesposte, come viso, decollete' e spalle.
Quali sono gli effetti collaterali
L'applicazione dell'acido provoca una sensazione di prurito e lieve bruciore che scompaiono prontamente con l'inattivazione. Dopo il peeling la pelle risulta arrossata (come dopo aver fatto una lampada); il rossore permane per un tempo variabile da poche ore ad alcuni giorni, a seconda del tipo di pelle e della profonditÓ del peeling. Talvolta si formano anche piccole crosticine.
Per questo motivo consigliamo di non sottoporsi a peeling nei giorni immediatamente precedenti cerimonie importanti ed eventi.
Assottigliando lo strato corneo il peeling rende la pelle un po' piu' sensibile al sole. Per questo Ŕ opportuno evitare di sottoporsi al peeling nel periodo estivo o comunque prima di possibili esposizioni (ad esempio viaggi in paesi tropicali, alta montagna, ghiacciaio etc.)



indietro


Dott. Lorenzo Peli - Via Don Luigi Sturzo, 5 - 25030 Erbusco BS - P.IVA 01741790982 - Tel. 030/7267520 - e-mail posta@lorenzopeli.it - Messaggio informativo nel rispetto delle linee-guida della FNOMCeO - Ordine dei Medici della Provincia di Brescia n.5346 - comunicazione del 22/04/08