Dott. Lorenzo Peli Dermatologo Brescia (Erbusco)

BIORIVITALIZZAZIONE



La biorivitalizzazzione è una delle tecniche più efficaci e al tempo stesso meno invasive della dermatologia estetica. Conosciuta anche con il termine improprio di "vitamine" consiste nell'iniezione nella pelle di una miscela di sostanze attive, principalmente acido jaluronico ed aminoacidi, capaci di stimolare le naturali funzioni delle cellule che compongono la cute.
In pratica si riesce a far giungere direttamente negli strati attivi della pelle una grande quantità di sostanze attive biostimolanti, cosa che normalmente si cerca di fare con le creme ed altri trattamenti estetici.
A differenza dei filler, la biorivitalizzazione non ha effetto volumetrico, cioe' non serve per aumentare i volumi delle labbra o riempire rughe profonde, ma serve a riattivare e rigenerare la pelle. E' indicata dunque per pelli mature per aumentarne la compattezza e l'elasticità e donare luminosita' ma anche per pelli giovani per ritardare l'invecchiamento e migliorare l'aspetto estetico.
Viene usata principalmente per il viso, ma anche per altre sedi corporee (ad esempio per i casi di rilassamento cutaneo a livello del collo, dell'addome, dei genitali, delle braccia e per le smagliature, specialmente post-gravidiche).
La biorivitalizzazione e' meno costosa dei filler ed e' consigliabile anche come primo approccio alla dermatologia estetica avanzata.
Il trattamento e' effettuato con aghi sottilissimi ed il fastidio e' molto modesto. Possono manifestarsi rossore ed infiammazione locale, talvolta piccoli lividi, quindi e' opportuno evitare di sottoporsi a questi trattamenti nei giorni immediatamente precedenti cerimonie o altre occasioni importanti che richiedono di esporsi in pubblico. Il giorno stesso dell'intervento è opportuno evitare di esporsi al sole, di fare attivita' fisica intensa, sauna e di applicare cosmetici non specifici, il giorno successivo è già possibile truccarsi.
La bioriviatlizzazione puo' essere fatta tutto l'anno, evitando i periodi di caldo intenso. Generiche controindicazioni posso essere allergie al materiale da iniettare, dermatiti acute, infezioni cutanee in corso, malattie sistemiche, malattie autoimmuni, herpes in fase attiva o gravidanza. In questi casi e' opportuno evitare o rinviare il trattamento.




indietro


Dott. Lorenzo Peli - Via Don Luigi Sturzo, 5 - 25030 Erbusco BS - P.IVA 01741790982 - Tel. 030/7267520 - e-mail posta@lorenzopeli.it - Messaggio informativo nel rispetto delle linee-guida della FNOMCeO - Ordine dei Medici della Provincia di Brescia n.5346 - comunicazione del 22/04/08